> AL ROGO I MEGGINGS by Alessandro Massarini

Non c’è pace per il pantalone da uomo da un paio di stagioni a questa parte. Siamo stati invasi dai meggings. Il pantalone: l’elefante del guardaroba maschile, fiero e impassibile, sta diventando un organismo geneticamente modificato.
Infelicissime le sue ultime tre evoluzioni in solo due anni. Troppo veloci e troppo drastiche le ultime tendenze, che hanno aiutato a far apparire certi signori semplicemente ridicoli, piuttosto che uomini di stile impeccabile.
La quarta evoluzione, è in arrivo prepotente dal paese dei pop corn e delle majorette.

Dagli Stati Uniti sta per sbarcare in Europa una tendenza che farà certamente discutere. Amati dalle Rock Stars internazionali da sempre, i pratici pantaloni battezzati con il nome di meggings, sono diventati punti di forza delle ultime sfilate di moda maschile.

Ma come sono fatti questi meggings. Interessante l’etimologia della parola: men+leggings=meggings. Mi spiego meglio: i pantaloni che hanno fasciato le gambe delle donne più brutte e fuori forma del pianeta, tali “leggings”, ovvero un pantalone solitamente elasticizzato, talmente aderente da sembrare quasi un collant, sta per essere indossato dagli uomini più magri di tutto l’emisfero occidentale. Pratici, versatili e in più non si stirano. Dedicati ai giovani senza colf.

Se pensavate che fosse un indumento tipicamente femminile, vi sbagliate di grosso. D’ora in poi sentiremo parlare anche dei meggings. Questo, almeno, è quanto dettato dalle ultime sfilate di moda, che rinforzano il messaggio, già anticipato velatamente nella scorsa stagione.

Uno dei precursori di questa trend fu Steven Tyler, cantante degli Aerosmith, che ha sempre indossato dei leggings a zampa d’elefante.
Stelle del calibro di Russel Brand o del giovane cantante Justin Bieber, si sono fatti immortalare, in occasioni più o meno mondane, indossando dei meggings. Come non ricordare infine il meggings a righe e strappato spesso indossato dal cantante Lenny Kravitz?

Eppure i meggings non rappresentano soltanto una stravaganza tipica degli artisti. Alcune delle case di moda più importanti, infatti, hanno inserito i meggings nelle loro collezioni e puntano a farne uno tra gli hot pieces dei guardaroba degli uomini più fashion.

Basta passeggiare per le strade di New York o anche a Piccadilly Circus a Londra ed è già possibile ammirare uomini che, con notevole disinvoltura, escono con i meggings.

Alcuni stilisti li hanno proposti anche sotto gli shorts, in versione sia sportiva che elegante all’occorrenza. Altri ancora, invece, ne hanno proposto delle varianti in pelle o in tessuti simili al latex, dal tocco decisamente osé per i soggetti più audaci.

Insomma, non ci resta che aspettare per vedere se anche per le strade italiane vedremo i nostri maschi latini con indosso un capo da sempre considerato femminile per eccellenza.

A Milano mi è capitato di vederne alcuni esemplari catwalkare per le vie del centro, indossati da maschi anoressici. Non potevo che paragore quest’immagine tutt’altro che sexy, a quella stampata nella mia testa di Lenny Kravitz, ma ora sicuramente Lenny li avrà già rimpiazzati con un paio di pantaloni diversi. Di certo lui, non può permettersi di non essere più considerato un sex symbol!

Alessandro Massarini

By | 2017-06-30T16:42:04+00:00 June 20th, 2017|Categories: IT BLOG, PARLA IL MASSA|0 Comments

Leave A Comment

Share
Share