> ORIGINAL SIN (directed by Alessandro Massarini)

Original Sin è un videoclip inedito, realizzato dal genio del 3D Alexander Hagelstein e diretto da Alessandro Massarini. L’introduzione al video è a cura della più grande scrittrice di psico-thriller Elizabeth Forbes. Il videoclip Original Sin, è prodotto da IT Producions in collaborazione con New Pro Video.

E’ un peccato essere umani? Oppure è umano peccare?

Probabilmente entrambi.Siamo, ciascuno di noi, un piccolo mondo dentro un altro. Unici, individuali, egoisti. Sentiamo dolore. Soffriamo, ma capaci di sentire anche passione e piacere. Bramiamo ciò che vogliamo; viviamo per sfamare le nostre passioni. Amiamo, odiamo, facciamo pace e poi guerra di nuovo. Veneriamo i nostri dei e combattiamo per il nostro Dio. Spesso senza senso. Possiamo trovare un senso solo attraverso la nostra vita, le nostre passioni e pensieri. Pensate per un attimo se foste capaci di astrarvi da voi stessi, e fuori dal mondo, cosa succederebbe? Cosa vedreste? Il mondo. Luogo di profonda bellezza. Miracoloso e meraviglioso, la Terra sembrerebbe come un paradiso. E da qualche parte là fuori, nella grande e misteriosa collisione di tempo e spazio, una creatura guarda giù, ammirando questo spettacolo, la bellezza del nostro pianeta, senza avere la più pallida consapevolezza di cosa voglia dire l’essere un umano. Imprigionato in una scatola, simboli nei simboli, un perfetto androide sperimenta i primi semi della curiosità; un vago sentimento in un non-sentimento del non-essere; un Adamo ed Eva in un cocoon di innocenza.

Da qualche parte dentro la prigione IT scova le porte della percezione….la curiosità cerca l’esperienza per cercare la conoscenza. Un avvertimento – una barriera – ordina ad IT di tornare in dietro. Questa è tentazione, comprendete questa curiosità per ciò che è. Ma la curiosità sfama se stessa se ignorata, non si estinguerà. Accumulare peccati non è mai una buona idea. I peccati ci appaiono affascinanti. I peccati sono sempre tentazioni. Alcune volte si resiste, ma non sempre se ne ha la forza, perché siamo umani. Ed il nostro androide sta cominciando a sentire cosa vuol dire essere umani. Come Adamo trova la tentazione troppo potente, si circonda con Eva creandola, e con la sua creazione arriva il peccato ed inizia la caduta.

 

Il piccolo capolavoro di Alessandro Massarini è intriso di una miriade di significati, tra cui primeggia la simbolica rappresentazione dell’innocenza prima della Caduta. Adamo ed Eva si fondono in un unico essere un attimo prima che arrivi la più grande tra le tentazioni, impossibile da resistere. Il Peccato Originale. Più l’astronave si avvicina alla Terra, più aumenta la velocità della caduta.

Di rilevante importanza è il luogo della collisione sulla Terra, l’astronave si schianterà nelle viscere della città di Praga nella Repubblica Ceca. Esiste una leggenda che circonda il Castello di Houska, costruito nel tredicesimo secolo. Nel suo sottosuolo c’è una porta che conduce all’Inferno. Ed è proprio oltrepassando questa porta che IT cade nel vuoto dell’Inferno e si trasforma in umano. Un umano che arriva da paradisiache galassie cancello del Paradiso e caduto all’Inferno.

E’ un peccato essere umano o è umano peccare.

di Elizabeth Forbes

Diretto da: ALESSANDRO MASSARINI

Scritto da: CLAUDIO LIONELLO, ALESSANDRO MASSARINI

Editing: CLAUDIO LIONELLO, ALEXANDER HAGELSTEIN, ALESSANDRO MASSARINI

Animazione 3D & Compositing: ALEXANDER HAGELSTEIN, ALESSANDRO MASSARINI

Secondo Compositing: CLAUDIO LIONELLO

Colonna Sonora:

  1. “LE FANTOM ELECTRIQUE” dall’Album “Mensura” scritto & prodotto da Paolo F. Bragaglia
  2. “SHADOWLINE” dall’Album “Yug Synusonde” scritto da: Paolo F. Bragaglia, Matteo Ramon Arevalos prodotto da: Paolo F. Bragaglia
  3. “VISIBILIA” dall’Album “Mystère du Printemps” scritto e prodotto da: Paolo F. Bragaglia

Prodotto da: IT Productions & NEW PRO VIDEO

© 2013 IT Magazine www.theitmagazine.com

 

SCOPRI QUESTO NUMERO

IT MAGAZINE 14 – Primavera 2017 | THE EYEWEAR ISSUE

ULTIMO VIDEO

By | 2017-07-13T18:42:53+00:00 July 11th, 2017|Categories: VIDEO PRODUCTIONS, VIDEOARTE|0 Comments

Leave A Comment

Share
Share